CORSO DI LAUREA IN INFORMATICA APPLICATA
PROVA SCRITTA DI FISICA GENERALE
15 FEBBRAIO 2010

Problema 1
Una massa scivola su di una guida. La guida è rettilinea sino al punto A, poi costitutita da segmenti di circonferenza di raggio R=10 m sino al punto D ed infine nuovamente rettilinea sino al punto E. Il tratto A-D è privo di attrito mentre tra D ed E la guida è scabra con coefficiente di attrito dinamico $\mu$=0.85 ed angolo $\theta=20^{\circ}$ Si determini:
 1)  la massima altezza h che permette alla massa di restare in contatto con la guida nel punto C;
 2)  nell'ipotesi che la massa parta da h, la lunghezza L che deve avere il tratto DE affinché m si arresti nel punto E. [ h=15 m;   L=18.8 m ]

\begin{figure}\begin{center}
\epsfig{file=fig/6a.eps,width=90mm}
\end{center}\end{figure}

Problema 2
Due particelle di carica $q_1$=5 nC e $q_2$=4 nC sono vincolate ad una distanza d=3.5 cm. Ad un certo istante la particella 2, di massa $m_2$=2 g, viene relasciata. Si determini la velocità della particella 2:
 1)  quando ha raggiunto una distanza dalla particella 1 pari a D=10 cm;
 2)  molto tempo dopo il rilascio. [$v_D$=0.058m/s;   $v_{\infty}$=0.072 m/s ]

\begin{figure}\begin{center}
\epsfig{file=fig/6b.eps,width=50mm}
\end{center}
\end{figure}