CORSO DI LAUREA IN INFORMATICA APPLICATA
PROVA SCRITTA DI FISICA GENERALE
7 LUGLIO 2010

Problema 1
Una massa puntiforme m=1 kg, inizialmente ferma su di un piano orizzontale liscio, è messa in moto da una forza costante F=2 N, parallela al piano, che agisce per un intervallo di tempo pari a 2 s. La massa urta contro una molla ideale (v. figura), rimbalzando all'indietro per poi passare su di un tratto scabro di lunghezza d=25 cm, risalire lungo il piano inclinato, fermarsi ed invertire il moto. Sapendo che la massa si arresta dopo 9 passaggi sul tratto scabro, calcolare:
 1) il coefficiente di attrito dinamico $\mu$;
 2) la massima altezza h raggiunta rispetto al piano orizzontale. [ $\mu$=0.363, h=0.73 m]

\begin{figure}\begin{center}
\epsfig{file=fig/2a.eps,width=90mm}
\end{center}
\end{figure}

Problema 2
Gli elettroni emessi, con energia cinetica trascurabile, dal filamento F vengono accelerati verso l'elettrodo metallico M posto a V =1000 V. Un piccolo foro O permette il passaggio di un sottile fascio di e- attraverso M in una regione di spazio dove è presente un campo magnetico uniforme $\vec{B}=4~\hat{k}$ mT. Calcolare:
 1) la velocità degli elettroni all'arrivo su M;
 2) la distanza d dal foro dove gli elettroni colpiranno la lastra fotografica L.
( $m_e=9.11~10^{-31}$ kg, e=$1.6~10^{-19}$ C) [v = 1.87 $10^7$ m/s, d=5.3 cm]

\begin{figure}\begin{center}
\epsfig{file=fig/2b.eps,height=70mm}
\end{center}
\end{figure}